La mamma lo picchia a 53 anni e chiama la polizia: "ho fatto male la spesa"

Condividi:

«Mamma mi picchia». E come fai a non intervenire? Come fai a lasciare inascoltata questa richiesta d’aiuto? Anche perché per telefono la situazione appare grave, e quella voce femminile ha davvero bisogno di qualcuno che vada a salvarla.
Ha composto il 113, e dalla questura parte immediata la segnalazione a una volante di recarsi fra Perugia e Corciano, zona San Mariano per l’esattezza, perché la violenza fra le mura domestiche è una cosa seria e preoccupante. Che ci fosse sotto qualcosa di strano, come se non bastasse la bruttezza delle botte fra mamma e figlia, gli agenti lo subodorano velocemente. Perché quella voce in cerca di aiuto dall’altro capo del filo non sembra propriamente una ragazzina.

Ma quando arrivano all’abitazione, la situazione appare al limite della realtà. La vittima è una donna di 53 anni, la carnefice di conseguenza è anziana: settantotto anni, per la precisione. Gli agenti ascoltano quasi allibiti la storia di un rapporto difficilissimo, complicato, sempre sull’orlo di una crisi di nervi. Se non, come in questo caso, sfociare nella lite anche violenta.

La figlia è stata davvero picchiata dalla madre, porta l’evidenza dei colpi ricevuti in una guancia gonfia e rossa, nella rabbia e nella frustrazione che l’hanno portata a chiamare la polizia dopo gli schiaffoni presi dalla mamma. Ma perché la focosa madre ha colpito la figlia? «Perché ha fatto male la spesa», perché non ha rispettato le consegne scritte nella lista del supermercato, perché quanto ha riportato a casa non va bene.

Condividi:

I più visti su Facebook

.