Bergamo, muore tra gli scaffali del supermarket. I clienti continuano a fare la spesa

Condividi:

Un uomo di 77 anni, Piero Bianchi, è morto tra gli scaffali del supermercato Esselunga di Nembro (Bergamo) per un infarto, senza che la clientela venisse avvertita di quanto stava accadendo. «Girando tra gli scaffali -racconta un testimone a L'Eco di Bergamo- mi sono improvvisamente imbattuto, senza che vi fosse alcun segnale, in un uomo morente.

 Il poveretto giaceva a terra soccorso dai soli volontari del 118. La cosa che più mi ha impressionato è che la vita nel supermercato continuava come se niente fosse, con musichetta di sottofondo e pubblicità varie». L'ufficio stampa di Esselunga, citato dal quotidiano, precisa che «uno dei primi a intervenire è stato un dipendente del supermercato che è volontario di pronto soccorso. Abbiamo fatto il possibile: in un momento di concitazione e di panico come quello, l'ultima cosa che ci è venuta in mente è di abbassare la musica».

Condividi:

I più visti su Facebook

.